Get Adobe Flash player

statuto

 

 

C.R.A.L. POMPIERI NAPOLI

In data odierna quattro settembre duemiloatto, si sono riuniti in Napoli alla Via Leopoldo Tarantini 1 presso la sede del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Napoli, i Signori:

1.Mautone Giovanni, nato a Napoli il 28 febbraio 1952 residente in Napoli alla Via Francesco Flora 39 – codice fiscale MTN GNN 52B28 F839Y;

2.Giglio Patrizio, nato a Napoli il 26 giugno 1957 residente in Villaricca (Na) alla Via della Libertà 888 – codice ficale GGL PRZ 57H26 F839T;

3.Del Gaiso Enrico, nato a Napoli il 12 febbraio 1954 residente in Napoli al Rione Donguanella is. 45 – codice fiscale DLG NRC 54B12 F839X;

4.Silvestri Leonardo, nato a Napoli il 17 febbraio 1967 residente in Napoli alla Via Vecchia Napoli 179 – codice fiscale SLV LRD 67P17 F839Q;

5.Confessore Renato, nato a Napoli il 21 aprile 1949 residente in Napoli alla Via Sant’Eframo Vecchio 15 – codice fiscale CFS RNT 49D21 F839X;

Per costituire tra i dipendenti del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco Napoli, il Circolo Ricreativo Aziendale Lavoratori – di seguito denominato C.R.A.L POMPIERI., Associazione di Promozione Sociale, ai sensi dell’art. 18 della Costituzione, degli artt. 36-37-38- del codice Civile, dell’art. 11 legge n. 300 del 20 maggio 1970 (Statuto dei Diritti dei Lavoratori), dell’art. 21 del D.P.R. n. 319 del 3 agosto 1990, della legge n. 383 del 7 dicembre 2000 e in conformità alle vigenti disposizioni legislative, statutarie e regolamentari del C.N.VV.F. il Circolo Ricreativo Aziendale Lavoratori di seguito denominato “CRAL POMPIERI NAPOLI” in forma associativa senza scopo di lucro, con sede in Via Leopoldo Tarantini 1 – Napoli presso il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Napoli.

 

 

STATUTO

 

COSTITUZIONE E SCOPI

 

Art. 1

La sede legale è al Largo Leopoldo Tarantini 80143 Napoli; il Circolo è, altresì, affiliato alla ASSO CRAL ITALIA.

 

Art. 2

Il C.R.A.L POMPIERI. è un centro permanente di vita associativa a carattere unitario, con il compito sociale di promuovere e gestire l'impiego del tempo libero dei lavoratori, senza finalità lucrative, partitiche o ideologiche.

Il Circolo ha il compito fondamentale di promuovere e gestire come espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo, iniziative di promozione sociale, attività culturali e sportive dilettantistiche, assistenziali, formative, motorio-sportive, turistiche.

Il C.R.A.L POMPIERI., per il perseguimento delle predette finalità, può partecipare ed eventualmente organizzare iniziative con circoli aziendali, aderisce alle attività promosse da ulteriori Organismi che a livello nazionale, regionale o locale promuovono l’associazionismo fra i dipendenti delle rispettive amministrazioni.

Il Circolo, per il raggiungimento dei propri scopi, si avvale in modo determinante e prevalente delle prestazioni personali, volontarie e gratuite dei propri aderenti.

 

Art. 3

Possono essere soci effettivi del C.R.A.L. POMPIERI tutti i dipendenti e i loro familiari, del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco in servizio e in quiescenza; soci onorari tutti i componenti al vertice del Corpo su approvazione dell’assemblea. Il Consiglio Direttivo del C.R.A.L. ha la facoltà di assegnare permanentemente la qualifica di socio onorario a personalità del mondo della cultura, dello sport, dello spettacolo e a quanti contribuiscono a promuovere, sostenere ed onorare il Circolo stesso. Possono, altresì, partecipare tutti i cittadini italiani che rispettino lo Statuto, il Regolamento e le deliberazioni degli Organi Sociali del Circolo. L’adesione all’associazione è volontaria e avviene secondo modalità, termini e condizioni previstidall’articolo 4.

 

Art. 4

Per essere ammessi al C.R.A.L quale socio dello stesso, è necessario presentare domanda al Consiglio Direttivo indicando cognome, nome, sede di appartenenza, indirizzo e codice fiscale, dichiarando di attenersi al presente Statuto e alle deliberazioni degli organi sociali.

 

Art. 5

I soci e i loro familiari hanno diritto a frequentare i locali del CRAL e a partecipare a tutte le manifestazioni organizzate dal Circolo stesso.

 

Art. 6

I soci sono tenuti:

a) al pagamento delle quote annuali associative;

b) alla osservanza dello Statuto sociale, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni adottate dagli organi sociali.

 

Art. 7

I Soci sono espulsi per i seguenti motivi:

a) inottemperanza alle disposizioni del presente Statuto, ai regolamenti interni o alle deliberazioni assunte dagli organi sociali;

b) qualora si rendano morosi nel pagamento delle quote sociali senza giustificato motivo;

c) quando, in qualunque modo, arrechino danni morali e materiali al circolo.

 

Art. 8

Le espulsioni sono decise dai Consiglio Direttivo a maggioranza assoluta dei suoi componenti.

 

PATRIMONIO

 

Art. 9

Il C.R.A.L. è un organismo autonomo sotto il profilo patrimoniale e amministrativo.

Il patrimonio sociale è indivisibile ed è costituito:

a) dal patrimonio mobiliare ed immobiliare di proprietà, ovvero in uso al Circolo;

b) dalle somme versate per le quote sociali;

c) eventuali versamenti dei dipendenti, degli ex dipendenti, dei loro familiari e di tutti coloro che condividono le finalità del C.R.A.L.;

d) eventuali contributi pubblici;

e) proventi delle manifestazioni e delle gestioni del C.R.A.L.;

f) lasciti testamentari, elargizioni speciali sia di persone che di Enti Pubblici o Privati concessi senza condizioni che limitino l’autonomia del C.R.A.L.;

 

 

g) entrate derivanti da iniziative promozionali destinate al proprio finanziamento, quali feste e sottoscrizioni anche a premi;

h) altre entrate compatibili con le finalità sociali dell’associazionismo di promozione sociale. L’amministrazione del patrimonio spetta al Consiglio Direttivo del C.R.A.L.

 

Art. 10

Le quote sociali sono determinate, nell’ammontare, dal Consiglio Direttivo del C.R.A.L.

Le somme versate per le quote sociali non sono rimborsabili in nessun caso.

 

Art. 11

Il Bilancio comprende l'esercizio sociale che va dal 1° gennaio al 31 Dicembre di ogni anno e deve essere presentato all'assemblea entro il 30 aprile dell'anno successivo.

E’ vietata la distribuzione anche indiretta di utili o avanzi di gestione, di fondi o riserve, durante la “vita” del C.R.A.L., fatte salve la destinazione o la distribuzione imposte per legge.

Eventuali avanzi di gestione devono essere reinvestiti a favore di attività statutariamente previste.

 

Art. 12

I fondi dei circolo devono essere depositati su un c/c bancario intestato al C.R.A.L. Per i relativi prelievi è necessaria la firma del Presidente o di un suo delegato.

 

Art. 13

La responsabilità inerente all'amministrazione del patrimonio cessa, per gli Organi sociali uscenti, soltanto all'atto del regolare passaggio di gestione, ferma restando la loro responsabilità anche se accertata successivamente, per gli atti compiuti durante la vigenza della carica.

 

ORGANI SOCIALI

 

Art. 14

Gli organi direttivi ed esecutivi del C.R.A.L. sono:

a) il Presidente;

b) l'Assemblea dei Soci;

c) il Consiglio Direttivo ;

d) il Collegio Sindacale;

 

Art.15

Le riunioni del Consiglio Direttivo e del Collegio Sindacale sono valide quando sono presenti la metà più uno dei componenti. Le relative deliberazioni sono validamente assunte a

maggioranza assoluta dei presenti.

 

DELL’ASSEMBLEA

 

Art.16

Le assemblee dei soci possono essere ordinarie e straordinarie. Le assemblee sono convocate per iscritto, anche a mezzo e-mail o fax, specificando la data e l’ora della prima e della seconda

convocazione, che dovrà essere fissata a distanza di almeno 1 ora dalla prima seduta, il luogo e gli argomenti posti all’ordine del giorno e fatto pervenire ai soci almeno 5 giorni prima della data fissata per lo svolgimento. In caso di necessità e/o urgenza la convocazione può essere inoltrata fino a 2 giorni prima della data prefissata, specificandone l’urgenza nell’avviso di convocazione.

 

Art. 17

In prima convocazione l'Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è regolarmente costituita con la metà più uno dei soci. In seconda convocazione l'assemblea, sia ordinaria che straordinaria, é regolarmente costituita qualunque sia il numero degli intervenuti e delibera validamente a maggioranza assoluta dei soci presenti su tutte le questioni poste all’ordine del giorno.

 

 

Art. 18

L'assemblea ordinaria dei soci viene convocata almeno 1 volta l’anno nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre.

ESSA SVOLGE LE SEGUENTI FUNZIONI:

- elegge la commissione elettorale composta da almeno tre membri che accetta tutte le candidature dei soci autopresentatisi e garantisce il regolare svolgimento delle

elezioni per il Consiglio Direttivo.

- Approva il bilancio.

- Delibera su tutte le questioni attinenti la gestione sociale.

 

Art. 19

L'Assemblea straordinaria è convocata:

tutte le volte che il Consiglio Direttivo lo reputi necessario, ogni qualvolta ne faccia richiesta il Collegio Sindacale, allorché ne faccia richiesta motivata almeno 1/5 dei soci. L'Assemblea dovrà aver luogo entro venti giorni dalla data in cui viene richiesta.

 

Art. 20

Per deliberare sulle modifiche da apportare allo Statuto del C.R.A.L. è indispensabile, in prima convocazione, la presenza di almeno il 50% + 1 dei soci, in seconda convocazione qualunque sia il numero dei soci presenti.

 

Art. 21

Le votazioni possono avvenire per alzata di mano o a scrutinio segreto, quando ne faccia richiesta la maggioranza dei presenti. Per le elezioni delle cariche sociali la votazione avverrà a scrutinio segreto. Alla votazione parteciperanno tutti i soci.

 

Art. 22

L'Assemblea tanto ordinaria che straordinaria è presieduta da un Presidente nominato dall'Assemblea stessa; le deliberazioni adottate dovranno essere riportate su apposito libro dei verbali tenuto dal segretario del Direttivo.

 

IL CONSIGLIO DIRETTIVO

 

Art.23

Il Consiglio Direttivo è eletto mediante scrutinio segreto sulla lista dei candidati presentati dalla Commissione i cui nominativi figureranno sulla scheda elettorale.

E' facoltà di ogni elettore aggiungere negli appositi spazi bianchi eventuali nominativi non compresi nella lista.

Ogni elettore può esprimere fino ad un massimo di quattro preferenze dei candidati da eleggere.

Il Consiglio Direttivo sarà composto da sette Consiglieri se il numero dei soci al momento dell’indizione delle elezioni per il rinnovo degli organismi statutari del C.R.A.L. è fino a 400, iscritti, ovvero da nove componenti laddove il numero dei soci fosse uguale o superiore a n. 401.

Il Consiglio resta in carica tre anni ed i suoi membri sono rieleggibili.

 

Art.24

Il Consiglio elegge nel suo seno il Presidente, il Vice Presidente, il Segretario, il Cassiere.

Il Presidente, il Vice Presidente ed il Segretario compongono la Presidenza; è riconosciuto, in caso di cessazione dal mandato, per qualsiasi motivo, di uno o più Consiglieri, al Consiglio Direttivo, il potere di assorbire altri membri fino ad un massimo di 1/3 dei suoi componenti, dalla lista degli idonei non eletti, in ordine decrescente rispetto ai voti conseguiti. Le funzioni dei componenti il Consiglio Direttivo e il Collegio Sindacale sono gratuite. Eventuali rimborsi spese dovranno essere concordati con il Consiglio Direttivo ed iscritti nel bilancio. Tutte le prestazioni fornite dagli aderenti al Circolo, sono volontarie, libere e gratuite.

 

Art.25

Il Consiglio Direttivo si riunisce ordinariamente ogni 60 giorni e straordinariamente ogni qualvolta lo ritenga necessario la presidenza ovvero ne facciano richiesta 1/3 dei consiglieri. In assenza del Presidente la riunione sarà presieduta dal Vice Presidente.

 

Art. 26

Il Consiglio Direttivo deve:

redigere i programmi di attività sociale previsti dallo statuto;

curare l'esecuzione delle deliberazioni della Assemblea;

redigere i bilanci;

stipulare tutti gli atti ed i contratti di ogni genere inerenti l'attività sociale;

formulare i regolamenti interni da sottoporre alla approvazione dell'Assemblea;

deliberare circa la sospensione, la radiazione e la espulsione del socio.

Il Consigliere che per tre volte consecutive sia assente ingiustificato alle riunioni del Consiglio

decade dal mandato. La decadenza viene dichiarata dal Consiglio a maggioranza dei componenti su contestazione del Presidente e udito il Consigliere interessato.

 

Art. 27

Il Presidente ha la rappresentanza legale del Circolo. In caso di assenza o di impedimento del Presidente, le sue funzioni sono assunte dal Vice Presidente.

 

IL COLLEGIO SINDACALE

 

Art. 28

Il Collegio Sindacale si compone di tre membri effettivi e due supplenti eletti dai soci del C.R.A.L. I Sindaci durano in carica tre anni e sono rieleggibili.

Per la elezione dei Sindaci si rinvia alle disposizioni previste per il Consiglio Direttivo.

 

Art. 29

Il Collegio Sindacale esercita il controllo amministrativo sugli atti di gestione compiuti dal C.R.A.L., accerta che la contabilità sia tenuta secondo le norme prescritte ed esamina i Bilanci prima della loro presentazione all'Assemblea per l'approvazione. Il Collegio Sindacale deve, a tale scopo, redigere apposita relazione da presentare all'Assemblea.

I componenti del Collegio Sindacale possono in qualsiasi momento procedere ad atti di ispezione e controllo.

I componenti il Collegio Sindacale possono essere invitati alle riunioni del Consiglio Direttivo e vi partecipano con voto esclusivamente consultivo.

 

SCIOGLIMENTO DEL C.R.A.L.

 

Art. 30

La decisione di scioglimento del Circolo deve essere presa dalla maggioranza di almeno 3/5 dei soci presenti all'assemblea la cui validità è data dalla partecipazione del 75% del corpo sociale.

 

Art. 31

In caso di scioglimento l'Assemblea delibera con la maggioranza prevista dall’art. 30 sulla destinazione del patrimonio residuo dedotte le passività. Il patrimonio sarà devoluto, in ogni caso, ai fini di utilità sociali. In ogni caso i beni del C.R.A.L. non possono essere devoluti agli associati, agli amministratori e ai dipendenti dello stesso.

 

 

DISPOSIZIONI FINALI

 

Art. 32

Per quanto non espressamente previsto nel presente Statuto e nei successivi regolamenti interni o deliberazioni assembleari, si fa riferimento alle vigenti disposizioni in materia.

 

Napoli 04 settembre 2008

 

 

 

C.R.A.L. Pompieri è anche su:
C.R.A.L Pompieri è anche su facebook!

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi31
mod_vvisit_counterIeri28
mod_vvisit_counterQuesta settimana233
mod_vvisit_counterSettimana scorsa1069
mod_vvisit_counterQuesto mese278
mod_vvisit_counterMese scorso3006
mod_vvisit_counterTotale52595